Mi sono trovato a riflettere sulla assurda usanza che abbiamo (anzi avete) in Italia di chiamare le persone con la loro professione (Geometra, Ingegnere, Architetto, Ragiorniere, Avvocato etc etc) invece che per il loro nome.
Un paese dove continuiamo ad usare questi titoli ‘paranobiliari’ ha speranze di farcela? Questo essere reverenti verso alcune professioni non é forse stupido? Non suorebbe ridicolo scrivere “Egregio giardiniere, vorrei farLe notare che le foglie del mio giardino…” oppure “Esimio idraulico, le scrivo per rappresentarle che il mio rubinetto perde…”.
Ma ci siamo fumati il cervello?? Smettiamo di usare questi appellativi vetusti! Forse questo potrebbe aiutare la mentalitá italiana a cambiare.